//
home

Ultimi articoli

L’universo di Margherita Hack

L’universo di Margherita Hack

di Federico Tulli left 45 – 16 novembre 2013 Passione per la ricerca, rifiuto dei dogmi, impegno civile e grande umanità. Così Pietro Greco ricorda la grande astrofisica. In un volume che inaugura una nuova collana de L’Asino d’oro dedicata alle donne di scienza e cultura La Costituzione, la cultura, l’istruzione, il lavoro, l’integrazione, il … Continua a leggere

FOCUS

  • Satana alla riscossa - False cure? Certo che no. Esorcismi? Certo che sì. C'è chi promette di sconfiggere il cancro con l'acqua “benedetta” della Madonna di Lourdes e c'è chi affronta deliri e isterie di malati psichiatrici con aspersorio e formulette in latino. Gli uni finiscono (giustamente) in galera. Gli altri sono anch'essi ricercatissimi ma non dalla magistratura. In Italia il business dei creduloni crea continuamente nuovi posti di lavoro per fattucchieri. [continua a leggere]
  • Più veloci della fantasia - Una scoperta inaspettata scuote le fondamenta della fisica. I neutrini possono muoversi più rapidamente della luce. Se confermato, il risultato dell'esperimento effettuato tra il Cern di Ginevra e i laboratori del Gran Sasso metterebbe in discussione la teoria della Relatività. [continua a leggere]
  • L'universo e Margherita - In un libro e un dvd in uscita per Lantana editore, il racconto autobiografico da parte di una testimone privilegiata dei fatti salienti del XX secolo. [continua a leggere]
  • Sulla pelle dei lavoratori - È l'anno nero della sanità vaticana nel Lazio. Dopo la crisi del San Raffaele e la Tbc al Policlinico Gemelli, scoppia il caso dell'Istituto dermopatico dell'Immacolata. Fiore all'occhiello dell'assistenza e della ricerca scientifica in Italia, da alcuni mesi paga in ritardo lo stipendio agli oltre 1500 dipendenti. I quali chiedono: che fine hanno fatto i soldi? [continua a leggere]
  • Dal Big Bang all'eternità - A colloquio con Roger Penrose. Il grande matematico anticipa a Left i temi della sua lectio magistralis su nascita ed evoluzione del cosmo, che terrà al Festival della Scienza di Genova sabato 29 ottobre. [continua a leggere]
  • Non è un Paese per donne - La medicina moderna non può prescindere da un approccio di genere. Per garantire equità nel diritto al benessere occorrono programmazione e strategie preventive. Ma l'Italia è in ritardo, lo dicono i dati del Libro bianco sulla salute femminile. [continua a leggere]
  • Non vogliamo morire democristiani - Dalla libertà di religione alla libertà “dalla” religione. Una Italia definitivamente secolarizzata è possibile? Esce Liberi di non credere il nuovo saggio di Raffaele Carcano, segretario dell'Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (Uaar) [continua a leggere]
  • «Lo vuole Gesù» - Postfazione al libro di Mario d’Offizi “Bless me father” (Traduzione italiana a cura di Raphael d’Abdon e Lorenzo Mari, Prefazione di Raphael d’Abdon – Compagnia delle Lettere, settembre 2011). [continua a leggere]
agosto: 2014
L M M G V S D
« nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le foto presenti su federicotulli.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che comunicarlo
© 2013 Federico Tulli # Tutti i diritti riservati.

Chiesa e pedofilia, il caso italiano – Dal 9 maggio in libreria

Sebbene siano circa 150 i casi di pedofilia clericale accertati dalla giustizia negli ultimi anni, l’Italia rimane l’unico tra i grandi paesi di tradizione cattolica in cui Stato e Chiesa non hanno mai nemmeno ipotizzato di istituire una commissione nazionale che indaghi sulle dimensioni del fenomeno. Un atteggiamento che denota scarsa sensibilità di istituzioni, laiche e religiose, e dell’opinione pubblica verso un problema che non è più possibile ignorare. E invece accade anche che la Conferenza episcopale decida di non obbligare i vescovi a denunciare alla magistratura italiana i responsabili di abusi. Come mai?
Analizzando la matrice culturale e ‘politica’ dell’atteggiamento reticente dei vertici della Chiesa, e avvalendosi dell’aiuto di esperti che tracciano anche l’identikit del pedofilo, l’autore fa luce con una documentata ricerca sui crimini di matrice clericale commessi in Italia dal 1860 in poi. Un’inchiesta che si intreccia con le accuse rivolte dalla Commissione Onu sui diritti dell’infanzia alla Santa Sede per non aver mai organizzato politiche di contrasto alla pedofilia. Gli atti di questo storico ‘processo’, terminato a Ginevra all’inizio del 2014, sono tradotti in italiano per la prima volta in questo libro: chiamano in causa le responsabilità di Ratzinger, Wojtyła e Bergoglio, e contengono forti critiche che sono state rispedite al mittente con sdegno. Ma finché la Chiesa continuerà a ritenere l’abuso un’offesa a Dio e non un crimine contro gli esseri umani più indifesi, è impossibile credere a una vera svolta.

“Chiesa e pedofilia. Non lasciate che i pargoli vadano a loro” (L’Asino d’oro) in tutte le librerie e bookstore online

Nel libro l'autore ricostruisce la storia delle violenze sui bambini, che a partire dalla Grecia di Platone e Aristotele attraversano "indisturbate" 25 secoli. Indaga inoltre la matrice culturale di un crimine, quello compiuto da preti pedofili, che solo negli ultimi 70 anni ha provocato decine di migliaia di vittime in tutto il mondo. Il saggio si conclude con una serie di interviste a storici, scrittori, giornalisti, politici e psichiatri che approfondiscono da esperti i passaggi chiave dell'inchiesta giornalistica. La prefazione è dello storico Adriano Prosperi

Aggiornamenti Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.